banner_alto
LUOGHI DI INTERESSE
riga
"La Valle del Giovenco si apre, tutt'attorno montagne e boschi, interrotti dai piccoli paesi della zona. Lontano si vede arroccata Ortona dei Marsi, immersa nel cuore della Marsica. In alto sul monte Mezzana si vede una forma dapprima indefinibile, poi esemplare: una figura di un orsetto seduto, ad indicare il Parco Nazionale d'Abruzzo, patria dell'orso marsicano. E col verde della zona sembra intonarsi la tinta della stazione di Carrito/Ortona dei Marsi, al termine di una stradina che porta alla verde frazione di Carrito, a quasi 900 metri di altitudine."
LUOGHI DI INTERESSE: DESCRIZIONE
riga
Santuario della Madonna della Pietà
Di notevole importanza spirituale e culturale il Santuario della Madonna della Pietà (1) (2) è situato nella parte alta di Carrito ed è facilmente raggiungibile, a prescindere dalla strada in salita, indifferentemente dal mezzo di locomozione.
La costruzione del Santuario risale agli inizi del ‘600; è stato oggetto nel corso dei secoli scorsi di vari interventi di ristrutturazione: nel 1734, dopo il terremoto del 1915 ed non ultimo quello del 1998, forse il più importante ed impegnativo, con il quale è stata posta in pristino l'intera facciata. Il Santuario è aperto ai visitatori tutti i giorni dell'anno, salvo nel periodo invernale per condizioni meteorologiche avverse.
Nella Ruota di destra (3) vi venivano lasciati i bambini trovatelli. Quella di sinistra veniva utilizzata per il deposito delle offerte. La caratteristica della ruota consisteva nel permettere di conservare l'anonimato a chi ne faceva uso.
L'altare (4).
L'Acquasantiera (5) risale al 1600-1650: il simbolo sovrastante serviva per l'acquisto delle indulgenze: il fedele bagnata la mano nell'acquasantiera toccava il simbolo e acquistava l'indulgenza.
La Fonte battesimale (6) risale al 1600-1650 circa e presenta lo stesso disegno e lo stesso stile dell'acquasantiera. Questo si spiega in quanto l'acquasantiera deve ricordare il battesimo: quando si entra in chiesa bagnando la mano ci si purifica con l'acqua del battesimo.
La Bolla 63/90 (7) del 3 settembre 1990 con la quale la Penitenziaria Apostolica ha concesso ai fedeli che visitano il santuario l'acquisto dell'Indulgenza Plenaria tutti i giorni, ricorrendo le condizioni indicate nella Bolla stessa.
La Fonte battesimale (8) è stata realizzata contestualmente alla navata di sinistra.
Nel Santuario è conservato un Quadro (9) recante la data del 1795, restaurato nel 1997. Rappresenta la Madonna con il bambino e la corona del rosario. E' ciò che resta di un trittico, le cui parti mancanti sono andate distrutte: in una di queste era raffigurato un orante.
La scultura in pietra dipinta raffigurante "La Pietà" (10), risalente al sec. XV, è un'opera di gran pregio e di forte suggestione.

(1)
(2)
(3)
(4)
(5)
(6)
(7)
(8)
(9)
(10)
LUOGHI DI INTERESSE: CATEGORIE
riga

Culto (4) Fonti (4)
Antichità (3) Lavoro (2)
Sport (1) Servizi (5)
proloco
Guida MTB
promuovi
promuovi