Racconti di Iseo Eramo (j’ar’l’ggiar)

Circa nel 1932 fu costruita l”attuale Fonte Petrone, situata lungo la strada che dal bivio di Castiglione prosegue verso la Verminesca. La sua acqua proviene dalla cisterna sovrastante Fonte di Sale. Prima di allora esisteva solamente la vasca situata poco più avanti la stessa, “propria in mezza alle prata”. “Le prata” sono i prati circostanti, dove gli abitanti si recavano, tra le altre cose, per lavare il grado e stenderlo ad asciugare.

A quel tempo il grano veniva disteso ad essicare sui cosidetti “racan” (lenzuoloni di canapa bianca) nelle aie, “n”goppa all”era” della Verminesca, ad esempio. I fasci di grano, chiamati “covoni”, venivano posti in circolo e, una volta essiccati, venivano fatti calpestare da animali (vacche ad esempio). Una persona, spesso un ragazzino, si diponeva in mezzo alla distesa di grano e mantenendo l”animale alla corda lo dirigeva in marcia in circolo. “S” jeva a frescà”. Una volta separati i chicchi da l resto, il grano veniva “v”ndiat” al vento per eliminare “le pellicce” e infine lavato.

28-02-2008